L’Accademia Musicale della Calabria “Francesco Saverio Salfi” costituita nel 1984 è da considerarsi come la migliore sintesi delle esperienze maturate attraverso i corsi musicali del CEMBOS (Centro Educazione Musicale di Base Orff-Schulwerk) che hanno avuto inizio il 1° ottobre 1981 in Cosenza, a Palazzo Salfi, e l’ attività concertistica della Società Cosentina dei concerti “A. Rendano” costituita nel 1965.

La sua denominazione, accademia, appunto è per mantenere la tradizione che voleva sin dall’800 Palazzo Salfi un luogo d’incontro culturale dove esisteva una delle biblioteche private più importanti della Calabria e si spaziava dalla musica alla letteratura, dalla pittura alla poesia.

Fini primari dello statuto sono la promozione e la diffusione della musica in tutte le sue forme: corsi di propedeutica musicale per bambini e corsi strumentali per l’avviamento alla musica di giovani e ragazzi, centro Orff-Schulwerk per l’educazione musicale di base, corsi di didattica musicale per insegnanti, concerti, conferenze, convegni, seminari di studio, corsi di perfezionamento strumentale e di interpretazione musicale. Si propone la ricerca, l’archiviazione e la pubblicazione di documentazioni musicologiche, di capolavori musicali inediti appartenenti alla cultura della Calabria, organizza e stimola gli incontri di giovani musicisti del mezzogiorno con associazioni, scuole teatri, conservatori, università, enti ed amministrazioni, in Italia e all’estero.

Ha svolto corsi di perfezionamento, ospitando in più occasioni, maestri che appartengono alla storia: Carlo Zecchi, Tito Aprea, Guido Agosti, Rodolfo Caporali, Miriam Longo, Antonio Bacchelli, Fausto Di Cesare, Sergio Cafaro, Bruno Canino, Lethea Cifarelli, Alexander Hingef, Eduardo Hubert, Daniel Rivera, Boris Porena, Sebastian Korn, Severino Gazzelloni, Cecilia Jorquera, ecc. ecc. dando così la possibilità a tanti giovani del meridione di partecipare a lezioni con grandi maestri.

L’accademia musicale ha organizzato e curato più di 400 concerti e 100 lezioni-concerto nelle scuole, ospitando formazioni orchestrali come: l’orchestra da camera di Santa Cecilia con Uto Ughi, L’ochestra sinfonica di Kisiniev, L’orchestra giovanile Italiana, l’orchestra sinfonica e il corpo di ballo di Jasi (Romania), L’orchestra sinfonica e il coro “F. Torrefranca” di Vibo Valentia, la Philarmonia Mediterranea, lì orchestra sinfonica dell’Aquila, l’orchestra sinfonica e il coro di Ascoli Piceno, l’orchestra di stato della Moldavia, l’Orchjestra e il coro di stato dell’Ucraina, l’orchestra del teatro Piccinni di Bari e l’orchestra del teatro Bellini di Napoli.

Ha ospitato formazioni cameristiche varie nel numero e nella composizione strumentale, solisti di rinomanza mondiale quali : Paul Badura-Skoda,  Jorge Demus,  Paolo Bordoni,  Bruno Canino,  Katia Ricciarelli, Franco Cerri ed Enrico Intra,  Giorgio Gaslini,  Benedetto Lupo,  Jefiy Swain,  ecc .... .     

Ha organizzato dodici edizioni della "Primavera Musicale Rendese ", serie di concerti tenutisi nel  comune di Rende;  e sempre a Rende si è tenuto il 1° e 2° Festival di Musica Sacra.

Nell ‘interesse di formare i giovani alla musica ha organizzato, a Rende, la Rassegna di giovani musicisti operanti in Calabria, dando cosi a tutti gli aspiranti musicisti calabresi l’opportunità di confrontarsi con grandi Maestri.

Ha curato il Convegno "Il suono visto dall’interno" in occasione dell ’inaugurazione della Scuola Regionale di Liuteria, nel rispetto della tradizione della scuola liutaia De Bonis di Bisignano.

Nel maggio del 1989 ha organizzato in collaborazione con l’Università della Calabria e il patrocinio del Comune di Rende l’omaggio al musicista rendese Emilio Capizzano.

La Fondazione Ferramonti di Tarsia per I ’amicizia tra i popoli si è avvalsa della collaborazione Dell’accademia Musicale Salfi per organizzare un concerto che ricordava una serata musicale organizzata  all ’interno del lager.

L’accademia ha presentato nel dicembre del 1993 la rassegna dei Cori Polifonici Calabresi.

Ha offerto alla Casa Circondariale di Cosenza una serie di concerti tenutisi all ’interno della struttura alla presenza dei detenuti.

Ha organizzato per conto dell’università della Calabria concerti svoltisi nell’Aula Caldora dell'ateneo.

E’ stata invitata in diverse edizioni di TELETON occasione in cui ha proposto la partecipazione di giovanissimi allievi riscuotendo grande successo.

Nel 1991 é stata invitata dalla Regione Calabria ad organizzare i concerti nelle serate della Borsa Internazionale del Turismo tenutasi a Milano.

Nel 1999 per la mostraa "Artieri dell’avvento" la tradizione del presepe tenutasi a Rende dal 13 al 19 dicembre, L’Accademia ha curato i Concerti svolti nelle Chiese della città antica.

L’ Accademia Musicale della Calabria ha organizzato nel giugno del 2000 a Rende la Festa Internazionale della Musica con la partecipazione di giovani Musicisti Calabresi. `

Ha curato per conto della CGIL, in occasione della festa dell’8 marzo 2000 il "Divertimento musicale" con la partecipazione di musiciste tutte operanti in Calabria.

Ha prodotto in veste discografica ed editoriale:

  • LP sulle composizioni pianistiche di Alfonso Rendano registrato negli studi della Radio Vaticana   edito dalla RCA Italiana
  • LP sui Veristi Minori : Capizzano, Quintieri e Salfi
  • Cd e Audiocassetta di musiche medioevali in occasione dell' 8° centenario della nascita di Federico II
  • Revisione e pubblicazione della " Missa in Gloria dei Patris "per Soli, Coro ed Organo di Francesco Saverio Salfi,  con esecuzione in prima assoluta nella Chiesa di San Nicola in Cosenza il 23 Dicembre 1989. 

Svolge Corsi di Specializzazione sull'educazione musicale rivolti ad insegnanti di scuole materne, elementari e medie. 

Ha svolto il Corso di Formazione Professionale con fondi della Comunità Europea, unico in Italia, per "Critico e Pubblicista  Musicale", che ha visto la presenza di noti giornalisti e critici musicali  delle testate giornalistiche più diffuse sul territorio nazionale. 

Programma regolarmente ogni anno nel periodo estivo la stagione  concertistica denominata “Estate Silana” con concerti tenuti da giovani  musicisti calabresi.

Ha indetto per due anni il concorso di Critica Musicale riservato ai giovani under 25 di tutta la provincia di Cosenza, concorso che prevede la presentazione di un elaborato d’italiano a carattere giornalistico - musicologico per la recensione di uno o più concerti della stagione  concertistica che si tiene a Rende (CS), al fine di avvicinare i giovani alla musica.

Per l'esperienza e per la qualità dell’attività svolta nel vasto panorama  musicale, é oggi punto di riferimento riconosciuto per la Città di Cosenza, di Rende e per la Calabria.